Centrale nucleare di Lucens

Dopo aver scoperto che abito a un tiro di schioppo da dove stava Audrey Hepburn, leggendo il giornale ho scoperto che ad una trentina di chilometri da qui c’è la centrale nucleare di Lucens.

Ora è dismessa e smantellata, ma nel gennaio 1969 ha fatto parlare di sé a causa di un grave incidente che ne ha causato la chiusura definitiva. Gli abitanti della zona erano stati avvertiti soltanto il giorno dopo l’incidente.

20120422-lucens-8445

Oggi se ne parla perché un improvviso traffico di gente e materiali è stato notato verso la centrale, senza che gli abitanti o le autorità siano stati avvertiti di qualsiasi cambiamento della situazione. Il reattore si trovava all’interno di una caverna scavata nella roccia che, a seguito dell’incidente, è rimasta pesantemente contaminata ed è stata sigillata.

Oggi pomeriggio sono andato a fare un giro, ma la presenza di un furgone con dei tizi che facevano delle misure coi contatori geiger mi ha convinto a rimanere solo pochi minuti per fare un paio di foto. Le macchine che passavano lungo la strada vedendomi curiosare suonavano il clacson, immagino per avvertirmi di andare via.

In realtà, secondo Wikipedia, la caverna è utilizzata dal 1997 come deposito per musei ed associazioni della zona e quindi non è strano che ci sia stato un movimento di mezzi e materiali.

Aggiornamento: in seguito si è capito un po’ meglio cosa è successo. L’ente governativo che si occupa dei controlli si sanità pubblica aveva notato un aumento nelle misure di certi elementi radioattivi e si è mosso, scatenando l’interesse dei media locali. Tutti i valori però si sono rivelati essere nella norma.